Open post

Giornate europee del Patrimonio: questa domenica visite guidate in città

A Piedimonte Matese iniziativa dell’Associazione culturale Byblos per le Giornate europee del Patrimonio
Appuntamento per questa domenica 22 settembre nel centro storico della città. Tema: “Da Sveva ed Aurora a Raimondo de Sangro Tre secoli di visioni illuminate”

Sveva Sanseverino, pronipote di San Tommaso d’Aquino, moglie di Giacomo II Gaetani Dell’Aquila, diede grande impulso culturale ed artistico a Piedimonte Matese nel 1400.
Donna Aurora Sanseverino, mecenate, poetessa arcadica, moglie di Niccolò Gaetani d’Aragona, nonna di Raimondo de Sangro, fu protagonista illustre della cultura piedimontese a cavallo tra la fine del Seicento e gli inizi del Settecento.

L’itinerario si snoderà dalla Chiesa di San Tommaso d’Aquino, fatta edificare da Sveva, alla Basilica di Santa Maria Maggiore, che ospita da due anni il prezioso dipinto di Paolo De Matteis “San Gennaro tra i Leoni nell’Anfiteatro di Pozzuoli”, presumibilmente commissionato da Aurora Sanseverino all’artista nel suo passaggio in città, passando per la spettacolare cappella di San Biagio, e proseguirà per il Palazzo Ducale Gaetani dell’Aquila d’Aragona, dove sarà possibile visitare gli interni del Palazzo grazie alla gentile concessione della proprietaria, Margherita Gaetani.

Fra il loggiato e la sala d’armi sarà possibile ammirare la raccolta di foto e antiche stampe curata da Daniela Mastrolorenzo e dalla pagina facebook Foto di ieri e  di oggi, Piedimonte e il suo passato. Sarà esposto, inoltre, il plastico riproducente l’antico teatro di corte fatto edificare da Aurora Sansverino accanto al Palazzo ducale e riprodotto in scala dai docenti e dagli studenti del Liceo artistico di Piedimonte Matese.

Attraverso l’antico Borgo di San Giovanni e i vicoli del Monte Cila si raggiungerà quindi il Convento della Madonna delle Grazie nella cui chiesetta, denominata della Immacolata Concezione, fatta edificare da Aurora, la nobildonna fu presumibilmente sepolta.

Le visite guidate si svolgeranno in tre turni con partenza dalla chiesa di San Tommaso d’Aquino (comunemente detta di San Domenico) e inizio alle 10, alle  16 e alle 17.

“Ci ritroveremo a parlare di alchimia, esoterismo, simbologia – spiegano gli organizzatori – fra i luoghi d’arte del centro storico. Un itinerario che ci accompagnerà alla corte di Sveva, Aurora, Raimondo. Ricordando perché Piedimonte Matese è stata una grande città. Scoprendo perché si scelse di renderla grande. Spiegando perché – e soprattutto come – quella ricchezza sopita, dismessa, in parte derelitta, può ancora aiutarci ad invertire la rotta”.

Info: byblosidee@libero.it

Open post

Il prossimo 1° giugno c’è un appuntamento con la poesia: torna IlluminArti

La kermesse dedicata all’arte, nelle sue mille sfumature, torna il prossimo 1° giugno 2019 nei quartieri di San Domenico, Sorgente, San Sebastiano, San Marcellino e San Giovanni di Piedimonte Matese

L’ottava edizione della festa che apre le porte all’estate è quasi pronta. Ogni anno l’Associazione culturale Byblos rinnova una sfida che ha lo scopo di riempire di luci e gioia alcuni luoghi caratteristici della città. Un’iniziativa simbolo per portare a tema l’abbandono delle borgate storiche e la cura della memoria dei luoghi.

La macchina organizzativa sta lavorando a pieno ritmo e la scaletta degli eventi è quasi completa.

Come ogni anno, a dar forza all’evento è stata la partecipazione dei sostenitori alle raccolte fondi, alle iniziative proprie dell’associazione per sensibilizzare il pubblico e gli sponsor diretti. A prendersi cura dell’edizione 2019 in qualità di Main Sponsor è la Softlab SpA.

L’azienda ha sede a Milano ed è presente in diverse città italiane: è leader nei servizi all’impresa e alla PA, a sostegno dell’innovazione, con un’attenzione particolare allo sviluppo di software e tecnologie per la fruizione del patrimonio culturale.

Quest’anno l’evento ruoterà attorno al tema della poesia.

Scroll to top