Open post
Veduta sul quartiere storico di Piedimonte Matese dell'edizione 2017 di IlluminArti

IlluminArti 2018, proseguono i preparativi

IlluminArti 2018, appuntamento rinnovato per sette volte di seguito. Una scommessa avviata nel 2011, un azzardo, diventato oggi un appuntamento attesissimo e che migliora di anno in anno

Come da tradizione la macchina organizzativa prende avvio già a dicembre; durante le vacanze natalizie si tengono le prime riunioni informali e brainstorming per raccogliere nuove idee e perfezionare quelle già in atto.

Il perno di tutto, la magia di IlluminArti e di tutti gli eventi targati Byblos, sta nei suoi associati e negli amici che, di volta in volta, rispondono agli appelli di aiuto. E a proposito di aiuti: negli ultimi tempi abbiamo diffuso vari appelli, non rimasti inascoltati, da una cittadinanza troppo spesso giudicata come passiva e disinteressata. Affatto.

Se ci sono i presupposti l’edizione viene confermata, e dal gennaio si inizia a lavorare a ritmo cadenzato: sia per la raccolta fondi che per la definizione del percorso.

Riunioni periodiche e fisse, studio di ogni singolo evento, contatto constante con gli artisti che, di fatto, sono l’anima della serata. Comunicati stampa, le spinose richieste di natura amministrativa, sopralluoghi, i tanti imprevisti. Ogni anno un bagno di sudore, ma ogni anno una scommessa vinta, fino ad oggi per sei volte consecutive.

Ma dietro ogni iniziativa c’è un perché. Un’idea, anche piccola, che porta alla mente una riflessione. La riflessione che dal 2011 emerge da IlluminArti riguarda il destino del borgo storico; in maniera più ampia una riflessione sul destino tutti i borghi storici d’Italia: giacimenti di conoscenza e radici culturali, sempre più disabitati.

Il gioco di luci che sta alla base dell’evento è “proiettato” proprio su quei palazzi, le chiese, le abitazioni più simboliche, che rappresentano i vari perché della città.

Una serata di festa per grandi e piccini, un percorso ricco di eventi, un guardarsi attorno per intuire le enormi potenzialità ereditate dalla storia. Un momento di sana follia, in questo periodo storico rumoroso e che punta alla solitudine, per stare tutti insieme e ricordarci chi siamo: un paese di artisti.

 

Locandina dell'evento IlluminArti 2018
Locandina dell’evento IlluminArti, edizione 2018
Open post
IlluminArti 2018, inizio del percorso

IlluminArti 2018: appuntamento il prossimo 1° giugno

IlluminArti 2018, al via i preparativi per la settima edizione. 1° giugno 2018, dalle 19 alle 24, nei quartieri San Domenico, Sorgente, San Sebastiano, San Marcellino, San Giovanni di Piedimonte Matese.

L’itinerario in notturna prevede oltre 40 eventi in sincronia, ospitati presso luoghi d’arte, piazze, vicoli, giardini, cortili. Saranno aperti, come ogni anno, il Palazzo Ducale Gaetani d’Aragona, il Complesso museale San Tommaso d’Aquino, la corte dell’ex Convento delle suore Canossiane, la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Cappella di San Biagio, la Chiesa di San Sebastiano, il piccolo parco urbano della Sorgente del Torano e molti altri siti di interesse culturale. Il tema dell’anno riporterà alla via delle sorgenti, ai mestieri e alle tradizioni manifatturiere della antica città di Piedimonte .L’itinerario artistico-espositivo è già in buona parte definito.

Eventuali proposte potranno essere inviate in privato su questa pagina o all’indirizzo mail byblosidee@libero.it

Giochi di luce esalteranno la bellezza della città antica per tutta la durata dell’evento.
All’interno del percorso non sarà ammesso il commercio ambulante. Piccoli punti degustazione potranno essere previsti dalla direzione artistica su richiesta degli interessati, previo possesso di regolare partita iva e di tutta la documentazione sanitaria occorrente per la somministrazione all’aperto di cibi e bevande.
Espositori d’arte, artigiani, antiquari interessati all’evento potranno scriverci in privato.

L’itinerario sarà chiuso al traffico dalle 17 del 01 giugno fino alle 01 del 02 giugno 2018.

L’evento è interamente autofinanziato e non beneficia di finanziamenti pubblici. Pertanto, ciascuno può liberamente inviare un proprio contributo utilizzando le seguenti coordinate bancarie: IT27D0514274940106571118269 intestato a Associazione culturale Byblos, Via Carmine 26, 81016 Piedimonte Matese.

Scroll to top